facebook rss rss
 
 

Bando   -   Brochure   -   Regolamento integrale   -   I manifesti in concorso


Manifesto n. 23

Forti Insieme
2°A T, ISISS Da Collo


La presentazione degli autori:

Non nasconderti mettiti in luce. Abbiamo scattato questa foto per far riflettere su come sia difficile aprirsi all’incontro con gli altri.

L’immagine rappresenta una ragazza introversa che si affaccia ad una finestra della sua stanza e sotto di lei vede un gruppo di amiche, che rappresentano il bello dell’incontrarsi, dello stare assieme e divertirsi, senza la necessità di un telefono o altri multimedia. Le sbarre alla finestra rappresentano metaforicamente l’isolamento di una persona in gabbia, che si sente protetta solo stando sola e nascosta dentro la sua "prigione interiore".

La sua stanza rappresenta quindi quello che lei ha dentro, come fosse il suo piccolo mondo nel quale si rifugia sentendosi davvero accettata e protetta dai giudizi altrui, che possono ferire e spingere le persone ad un ulteriore chiusura in se stesse.

Con questa foto vorremmo invogliare le persone ad aprirsi all’incontro e mettere in evidenza quanto possa essere bello e quanto possa far stare bene il contatto reale e concreto con altra gente. I social network non sono gli unici modi per incontrare nuove persone e per perseguire la felicità, anzi, spesso sono la causa di incontri sbagliati, portando a fidarsi di una figura sconosciuta visto che nessuno ha la certezza di sapere chi possa davvero nascondersi dietro uno schermo.

Abbiamo scelto lo slogan "Non nasconderti mettiti in luce" per un semplice motivo. Queste parole rappresentano a pieno la nostra idea di non nascondersi, ma di mostrarsi agli altri senza paura dei giudizi, di non rimanere in ombra nella propria "prigione", ma di esporsi. È un invito all’incontro sotto una nuova luce, quella della vita reale, e a riflettere sul fatto che lo spazio dell’incontro non deve essere per forza un parco o una casa, ma può essere anche una chiesa o l’oratorio in cui avere l’opportunità di incontrare Te stesso, Dio e anche nuove persone, le quali potrebbero diventare nuovi amici e quindi nuove possibilità di incontro e ascolto.

Chiediamo anche alle persone "in luce" di aiutare chi sta “in ombra” a trovare la chiave per uscire dalla propria prigione. Possono nascere in questo modo nuovi legami di fiducia reciproca tra due o più individui che possono estendersi a tutta la comunità. Così facendo, e collaborando, si può riuscire dalle piccole cose a creare qualcosa di grande e bello in un mondo dove la fiducia talvolta viene a perdersi.

Mettersi in luce non solo in uno spazio virtuale, ma anche in una piazza d’incontri della vita reale, superando difficoltà o paure che possono presentarsi, avendo a che fare con persone che non possono mascherare i loro sentimenti, come quando si è dietro ad uno schermo. L’unico modo per conoscere davvero qualcuno è incontrarlo di persona, conoscendo così le sue insicurezze o i suoi difetti, ma soprattutto riconoscendo i suoi pregi.



I commenti espressi su questo manifesto:

Gaia (2/mar 11:07): veramente significativo!

Vale (2/mar 13:44): Molto bella! Fa riflettere sull'interiorità delle persone. Significativa anche la descrizione. Bello il contrasto e il significato dato all'ombra e alla luce!!

Ada (3/mar 21:21): Un messaggio che coniuga il valore dell’interiorità e dell’incontro.

Daniela (3/mar 21:53): Grazie per mettervi in gioco!!! Siete di stimolo anche per noi adulti!!

Giulia (4/mar 15:21): Veramente bello e significativo, fa riflettere sull'argomento



 
PGC © 2011-2017 - Ultima modifica alla pagina: 9/4/2016info sui cookie  -  ...contattaci!