facebook rss rss
 
 

il programma di massima dell'appuntamento


Incontro con la Piccola Comunità

di Adriano Cuzzuol


Le proposte per giovani e ragazzi delle nostre parrocchie non mancano di certo: tra gruppi, oratori e incontri, chi desidera scoprire e crescere nella propria fede trova sempre occasioni per vivere un'esperienza utile in compagnia degli amici. Tutto questo non sarebbe possibile senza la presenza di animatori che condividono generosamente parte del loro tempo per mantenere viva un'offerta sempre nuova e coinvolgente.

Anche gli animatori però hanno bisogno di approfondire il loro incontro con il Vangelo, di fermarsi ogni tanto per evitare che i troppi impegni inaridiscano la loro spiritualità. Nessuno infatti può dirsi mai arrivato, nessun animatore può avere la presunzione di poter dire "Io non ho nulla da imparare".

Il mondo che ci circonda è ricco di presenze, spesso silenziose e quasi invisibili, che vivono una vita di carità e di generoso servizio verso il prossimo. Questi sono gli esempi a cui ogni animatore dovrebbe rifarsi, non solo in parrocchia ma anche nella vita di tutti i giorni.

Per due fine settimana all'anno, la pastorale giovanile foraniale di Conegliano organizza quindi una visita presso alcune delle realtà di servizio presenti nel nostro territorio, indirizzata proprio agli animatori più grandi. A novembre, una dozzina di loro, da diverse delle nostre parrocchie, hanno partecipato al quinto di questi incontri formativi, tenutosi alla Piccola Comunità di Conegliano.

La Piccola Comunità offre ospitalità a persone affette da tossicodipendenza o alcolismo, che decidono di intraprendere un cammino di comunità, fatto di regole, socialità e lavoro, per superare il loro problema e ricominciare una nuova vita.

Il sabato pomeriggio trascorso insieme, oltre ai pasti e alla Messa della domenica mattina condivisa insieme a loro, sono state esperienze brevi ma toccanti, che hanno messo a confronto persone, anche della stessa età, con esperienze di vita a tratti fortemente differenti.

Questo incontro ha suscitato molti interrogativi fra tutti i presenti, anche se l'unica risposta certa è che, in questi casi, non ci sono mai risposte scontate. Giudizio certo e scontato, invece, è certamente quello che tutti hanno dato agli operatori e ai volontari indispensabili per la vita e il funzionamento della Piccola Comunità. Persone, nel caso dei volontari, che donano liberamente parte del proprio tempo, siano poche ore al mese o tutti i giorni, al servizio degli ultimi della nostra società, proprio coloro che il Vangelo ci esorta a non dimenticare mai.

La generosità di due coniugi in particolare, che vivono da anni a servizio della Piccola Comunità, ha colpito tutti, come sempre accade quando ci troviamo davanti a qualcuno che vive in pienezza il messaggio di Gesù.

Speriamo allora che questo e i prossimi incontri che si terranno siano stimolo di crescita personale per ogni animatore, perché il servizio e la testimonianza di ognuno possa contribuire al cammino di tutta la nostra parrocchia.


(da un articolo apparso sul bollettino parrocchiale di San Vendemiano)



 
PGC © 2011-2017 - Ultima modifica alla pagina: ante 2011info sui cookie  -  ...contattaci!